Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia


Costituita nel 1973 con lo scopo di promuovere gli scambi commerciali tra l’Italia e il Giappone e di rafforzare le relazioni tra le aziende giapponesi associate che operano in Italia.
Chi siamo Come iscriversi
Comunicazioni dalla Segreteria
News Lettere – Studio Floreani Menucci & Associati – Set 2020
[area riservata ai soci]
08/09/2020
READ MORE
Assemblea Ordinaria 2020
[area riservata ai soci]
03/08/2020
READ MORE

Attivita`

Assemblea Ordinaria 2020
[area riservata ai soci]
READ MORE

Comunicazioni

Informazioni sul Business in Italia

News Lettere – Studio Floreani Menucci & Associati – Set 2020
[area riservata ai soci]
08/09/2020
READ MORE
Elenco iscritti

(libera consultazione)

READ MORE
Nuovi soci del mese

(area riservata ai soci)

READ MORE
Elenco iscritti

(area riservata ai soci)

LOGIN

Chi siamo

La CAMERA DI COMMERCIO E INDUSTRIA GIAPPONESE IN ITALIA(CCIGI)

La CAMERA DI COMMERCIO E INDUSTRIA GIAPPONESE IN ITALIA è stata costituita nel 1973 con lo scopo di promuovere gli scambi commerciali tra l’Italia e il Giappone e di rafforzare l’intesa tra le aziende giapponesi associate che operano in Italia.

Nel mese di marzo del 1998, è stata registrata presso il Ministero delle Attività Produttive (area Commercio Estero).

Il ruolo principale della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia è contribuire alla promozione e allo sviluppo degli scambi commerciali tra i due Paesi, fornendo utili informazioni ai soci per poter svolgere proficuamente il proprio business in Italia. Per il raggiungimento del proprio obiettivo, la CCIGI si fa carico di segnalare alle autorità italiane competenti (ministeri, questure, dogane, ecc) le problematiche riscontrate dai propri soci nelle loro attività di business, richiedendo interventi di miglioramento.

Rientrano in questa attività le annose questioni relative ai visti, ai permessi di soggiorno, alle patenti di guida. Per quanto riguarda queste ultime, è con viva soddisfazione che possiamo dire di essere riusciti a raggiungere una totale risoluzione della problematica. Di recente abbiamo intrapreso l’attività di sensibilizzazione sull’attuazione dell’accordo bilaterale tra Giappone e Italia in materia di previdenza sociale.

Tra i nostri impegni figura anche il rafforzamento dei legami tra le società giapponesi e le istituzioni presenti sul territorio italiano: Ambasciata del Giappone, Consolato Generale del Giappone, associazioni, scuola giapponese. Inoltre, grazie alle relazioni con le istituzioni poltico-economiche e le camere di commercio italiane, siamo attivi nella promozione dello scambio economico tra Giappone e Italia.

Le attività della CCIGI variano dall’organizzazione di seminari e conferenze, alle visite organizzate nelle diverse località di interesse culturale ed economico, agli incontri commerciali come il “Punto di Incontro”.

Socio ordinario
  • Possibilità di partecipare agli eventi organizzati della Camera:
      1. ”Punto di incontro”
        (visite ad aziende e istituzioni italiane)
      2. Seminari di interesse specifico
        (economia, fiscalità, giurisprudenza,etc.)
      3. Incontri conviviali
      4. Altre attività
  • Consultazione elenco iscritti
  • Ricezione di periodici
  • Organizzazione di comitati settoriali
    (10 sottocommissioni dedicate a settori specifici e finalizzate allo scambio di informazioni)
  • Partecipazione all’Assemblea Generale
  • Accesso all’Area Riservata del sito web

  • Socio osservatore
  • Possibilità di partecipare agli eventi organizzati della Camera:
      1. ”Punto di incontro” (visite ad aziende e istituzioni italiane)
      2. Seminari di interesse specifico (economia, fiscalità, giurisprudenza,etc.)
      3. Incontri conviviali
      4. Altre attività
  • Consultazione elenco iscritti
  • Ricezione di periodici
  • Partecipazione all’Assemblea Generale senza diritto di voto
  • Accesso all’Area Riservata del sito web
  • Soci della CCIGI

    Soci totali 199(al giugno 2020)


    Attività della CCIGI

    Viene indetta una volta l’anno per informare i soci sulle varie attività e sul bilancio dell’anno precedente, e per presentare il programma e il bilancio per l’anno successivo. A conclusione dell’assemblea viene organizzata una cena sociale per rafforzare i legami tra i soci.

    In Italia non è facile ottenere tutte le informazioni necessarie per le attività economiche. La Camera di Commercio Giapponese organizza per i soci seminari e conferenze per promuovere e migliorare le conoscenze relative all’economia e alla normativa in Italia. Gli argomenti, trattati da alcuni soci esperti nei vari campi, riguardano principalmente il sistema fiscale, le leggi sul lavoro, i grandi marchi di alta moda, i brevetti, ecc.

    Due volte l’anno organizziamo una visita presso aziende italiane, in collaborazione con le varie associazioni industriali e le camere di commercio, per approfondire la conoscenza delle realtà dei vari settori, oltre a sviluppare gli scambi a livello aziendale. Nel 2017 abbiamo visitato a Bari in giugno, novembre a Biella.

    Organizziamo per i soci osservatori, che sono in maggioranza italiani, incontri e seminari per la presentazione della propria società, oltre a fornire informazioni.

    Ciascun socio della Camera di Commercio appartiene ad uno dei settori elencati di seguito. In tal modo i soci possono condividere le informazioni e discutere sulle questioni comuni a livello settoriale.

    Elenco dei settori: abbigliamento, chimica e alimentari, meccanica e metalli, apparecchi elettrici ed elettronici, commercio, finanza e assicurazioni, trasporti e comunicazioni, distribuzione, altri.
    Inoltre abbiamo due filiali, una a Roma e l’altra a Torino.

    Le informazioni fornite dalle aziende socie vengono pubblicate sul nostro sito a disposizione degli altri soci. Queste informazioni riguardano la legislazione, il sistema fiscale, la situazione politica ed economica (con la collaborazione di Jetro Milano).

    Vengono offerte informazioni anche riguardanti questioni poco chiare, come la procedura da seguire per costituire una nuova società


    Presidente della CCIGI

    OBATA Taketoshi
    MUFG BANK, LTD., MILANO BRANCH Presidente


    Sono Taketoshi Obata della MUFG Bank e sono stato nominato Presidente della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia per l’anno 2020.

    La mia nomina e’ stata deliberata in occasione del primo Consiglio di Amministrazione di quest’anno, presieduto dai nuovi consiglieri eletti in occasione dell’Assemblea Generale dei Soci tenutasi lo scorso 12 marzo 2020. Per la prima volta nella storia della nostra Camera, sia l’Assemblea Generale dei Soci sia il primo Consiglio di Amministrazione, si sono tenuti per via telematica, in ottemperanza ai decreti ministeriali relativi al contenimento dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

    Permettetemi di raccontarvi qualcosa di me. Ho iniziato a lavorare come bancario presso l’ex Banca di Tokyo nel 1991, proprio al termine della cosiddetta “bubble economy”. Il 2020, quindi, segna il mio 30esimo anno di lavoro nel mondo bancario. Durante questo periodo, ho lavorato all’estero (cioè fuori dal Giappone) per 20 anni: 8 anni in Asia e 12 anni in Europa, in paesi come Germania oCeca, ma non ero ancora mai stato in Italia. Sono arrivato qui in agosto dell’anno scorso e quindi è poco meno di 1 anno che sono qui con voi. Mi considero perciò ancora un principiante per quanto riguarda il mondo del business in Italia. E’ per questo che ritengo assolutamente indispensabile una concreta collaborazione con chi ha più esperienza di me e vi chiedo di aiutarmi trasmettendomi le vostre conoscenze. Ogni consiglio e insegnamento sarà molto apprezzato e utile.

    Per quanto riguarda la gestione della nostra Camera di Commercio, è mio desiderio incrementare le attività a vantaggio dello scopo principale sul quale è stata fondata la camera stessa, ovvero la promozione dello scambio economico-commerciale e dell’amicizia tra il Giappone e l’Italia e sostenere attivamente le attività di promozione degli scambi e della cooperazione reciproca tra i soci. Stando ai dati del censimento, risulta che vi siano oltre 300 aziende giapponesi che operano in Italia. Negli ultimi anni, la tendenza all’aumento del numero delle aziende giapponesi che vengono in Italia e’ in costante aumento, seppur non in maniera eclatante. Un dato particolarmente interessante è l’aumento osservato negli ultimo 10 anni del numero di acquisizioni aziendali in Italia da parte di investitori giapponesi. In particolare, negli ultimi anni il numero di acquisizioniè compreso tra 10 e 20 all’anno.

    Per le aziende giapponesi, il mercato italiano e quello europeo sono sempre molto attraenti e importanti; ed è per questo che sono convinto che, pur con andamento fluttuante, gli investimenti giapponesi in Italia siano destinati ad aumentare nel prossimo futuro. La nostra principale missione, come Camera di Commercio, e’ quella di sostenere i nostri soci esistenti, ma ritengo che sia anche molto importante il supporto che possiamo offrire a nuove aziende giapponesi che dovessero decidere di iniziare ad operare sul territorio italiano. Questo servizio, oltretutto, consentirebbe di incrementare la nostra compagine sociale.

    Per concludere, desidero esprimere la mia sincera gratitudine all’Ambasciata del Giappone in Italia e al Consolato Generale del Giappone in Italia, in quanto rappresentano un importante riferimento per le aziende giapponesi che operano in Italia, fornendo consigli e una preziosa collaborazione. L’auspicio è che il loro supporto possa continuare anche in futuro.

    Il mio mandato e’ a tempo determinato ed ha la durata di un anno. Questo significa che il periodo della mia presidenza sarà fortemente condizionato dalle limitazioni operative dovute all’emergenza sanitaria per il Covid-19. Per questo motivo, mi chiedo fino a che punto saremo in grado di svolgere le nostre attività camerali. Ma vi posso garantire che farò del mio meglio per raggiungere l’obiettivo di far crescere il contesto economico giapponese in Italia, grazie anche alla vostra collaborazione e al vostro supporto, elementi imprescindibili per una buona gestione della nostra Camera. Cordiali saluti.

    Giugno 2020
    Taketoshi Obata
    Presidente della Camera di Commercio ed Industria Giapponese in Italia


    Presidente Onorario

    OE Hiroshi
    Ambasciatore del Giappone in ItaliaHonorary President


    Sono OE Hiroshi, giunto a Roma a gennaio per assumere l’incarico di Ambasciatore del Giappone in Italia. Il 6 febbraio 2020 ho presentato le Lettere Credenziali al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dando pieno avvio al mio mandato. In precedenza, ho ricoperto l’incarico di Ambasciatore della Rappresentanza Permanente del Giappone presso l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) a Parigi.

    La Camera di Commercio Giapponese in Italia è impegnata in prima linea nel rafforzamento delle relazioni tra Giappone e Italia, concentrandosi in particolare sugli aspetti economici. Desidero nuovamente esprimere la mia sincera gratitudine a tutti per l’impegno e le varie attività. Inoltre, desidero rinnovare la mia gratitudine alle aziende giapponesi che hanno collaborato con l’Ambasciata in occasione del ricevimento per il primo Genetliaco dell’epoca Reiwa di Sua Maestà l’Imperatore del Giappone, che si è tenuto lo scorso 27 febbraio.

    Lo scorso febbraio è iniziata la diffusione esponenziale del nuovo coronavirus nel Nord Italia. L’infezione poi si è estesa rapidamente in tutta Italia, comportando le restrizioni agli spostamenti delle persone e alle attività economiche. Penso che tutto questo non solo abbia avuto un grande impatto sulle attività delle aziende giapponesi e sulla vita di coloro che con le proprie famiglie vivono e lavorano in Italia, ma che ci sia stata anche molta preoccupazione e disagio. L’Ambasciata in collaborazione con il Consolato Generale a Milano ha lavorato, avallandosi di tutte le nostre risorse umane, al fine di conoscere la situazione dei cittadini giapponesi in Italia, fornire informazioni rilevanti e rispondere adeguatamente alle diverse domande. A tal riguardo, desidero ringraziare tutti per la collaborazione accordata e le informazioni scambiate.

    Al momento del mese di giugno, la situazione del nuovo coronavirus sembra attualmente essere migliorata in Italia e gli spostamenti delle persone e le attività economiche sono in fase di ripresa. In questo contesto, l’Ambasciata continuerà a lavorare per ottenere e diffondere le informazioni sulle misure e sugli orientamenti del Governo italiano, per essere utile alla ripresa o alla continuazione delle attività delle aziende giapponesi.

    Il nuovo coronavirus diffuso globalmente sta causando una crisi economica senza precedenti e portando vari cambiamenti in termini economici, di sicurezza e vita sociale. In questo momento i vari paesi del mondo stanno cercando di rimettere la propria economia in orbita di ripresa, ma per sopravvivere a questa crisi globale sarà necessario che ciascun paese agisca nel modo più collaborativo possibile.

    In una simile situazione ritengo sia naturale e essenziale che Giappone e Italia, che condividono gli stessi valori e le tematiche sociali, collaborino strettamente. L’Italia avrà la Presidenza del G20 nel 2021 e svolgerà quindi un ruolo fondamentale nel coordinamento internazionale tra i vari paesi. Il Giappone condividerà con l’Italia l’esperienza della Presidenza del G20 del Giappone nel 2019 e contribuirà al successo della Presidenza italiana.

    L’Ambasciata, avvalendosi delle idee e del supporto delle aziende giapponesi, intende continuare a sviluppare ulteriormente gli scambi in vari settori con l’Italia, con cui da molto tempo tiene i rapporti di amicizia. A tal fine, auspico di poter continuare a contare sulla vostra collaborazione.

    Giugno 2020
    OE Hiroshi
    Ambasciatore del Giappone in Italia


    Vice Presidente Onorario

    AMAMIYA Yuji
    Console Generale del Giappone a Milano


    Molte delle imprese giapponesi attive in Italia hanno la propria sede nel Nord del Paese, così come la Camera di Commercio ed Industria Giapponese, che ha sede a Milano, centro economico e finanziario del Paese. Come Console Generale del Giappone a Milano ho partecipato spesso alle riunioni mensili del Consiglio Direttivo a seminari ed eventi organizzati dalla Camera.

    Anche quest’anno, con la nomina a Presidente di OBATA Taketoshi, Direttore della filiale di Milano di MUFG Bank, e con il nuovo Consiglio, è mia intenzione far sì che il Consolato Generale del Giappone continui a cooperare attivamente con la Camera di Commercio e a prendere parte alle sue molte iniziative.

    Le relazioni fra Giappone e Italia hanno conosciuto, in tempi recenti, sviluppi importanti, con il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche, l'entrata in vigore dell'Accordo di Partenariato Economico Giappone-UE e la crescita record del numero dei turisti italiani che visitano il Giappone.

    Nelle regioni del Nord Italia che sono sotto la giurisdizione del Consolato, si è avuto anche un significativo impulso degli scambi in ambito accademico e culturale, grazie ai programmi di studio e ricerca dedicati alla lingua e alla cultura giapponesi, attivi in centri di eccellenza come l'Università di Venezia Ca’ Foscari, l'Università degli Studi di Milano, l'Università degli Studi di Torino e l'Università “Alma Mater Studiorum” di Bologna, e all’intensificarsi dei programmi di scambio con diversi Istituti universitari giapponesi.

    Al ricevimento organizzato dal Consolato Generale per il Genetliaco dell’Imperatore, che si è tenuto, per la prima volta nell’era Reiwa, il 7 febbraio di quest’anno hanno preso parte numerose personalità attive nel Nord Italia, fra cui le massime cariche della Camera di Commercio e Industria Giapponese. È stata, anche questa, un’opportunità preziosa per promuovere l’ulteriore rafforzamento dei rapporti di amicizia fra i due Paesi.

    Dalla fine di febbraio la pandemia causata dal Covid-19 ha investito duramente il Nord Italia, condizionando profondamente anche la vita dei giapponesi residenti. Fino a giugno – e purtroppo l’emergenza non è ancora terminata – si contano in tutto il Paese circa 233.000 contagiati e 33.000 vittime: una sciagura senza precedenti. Circa l'80% delle persone contagiate è residente nelle otto regioni del Nord sotto la giurisdizione del Consolato Generale, fra le quali è la Lombardia, dove i danni sono stati particolarmente ingenti. Penso che molte delle imprese associate aventi sede in Lombardia e in tutta l’Italia settentrionale abbiano attraversato momenti davvero difficili.

    Da maggio ha preso avvio in Italia una nuova fase, caratterizzata dalla ricerca di un equilibrio fra misure di contenimento dell’epidemia e sostegno alla ripresa delle attività economiche, nella speranza che anche gli aiuti finanziari dell’Unione Europea possano rivitalizzare l’economia.

    Il Consolato Generale continuerà a lavorare per raccogliere e diffondere informazioni riguardanti sia le misure di contrasto all’epidemia da coronavirus, sia i provvedimenti messi in atto dal Governo e dalle Autorità locali per supportare il contesto imprenditoriale, offrendo, in collaborazione con l’Ambasciata, il proprio sostegno alle attività della Camera di Commercio e delle imprese associate.

    Inoltre, è necessario prestare attenzione al profilo della pubblica sicurezza, in un contesto economico di grande incertezza. Il Consolato Generale persisterà nell’impegno a raccogliere e diffondere informazioni sulla sicurezza con precisione e tempestività, continuando a fornire i propri servizi consolari e tutelando i cittadini giapponesi residenti nel Nord Italia, affinché possano condurre la propria vita con serenità.

    Pur senza perdere di vista la situazione della regione, quindi, il Consolato intende operare, in collaborazione con la Camera di Commercio, per rafforzare ulteriormente le relazioni tra i due Paesi, attraverso lo sviluppo di iniziative nel Nord Italia, centrate su Milano, e traendo il massimo vantaggio dai grandi eventi internazionali previsti nei prossimi anni, come i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo, posticipati al 2021, l'Expo di Osaka e Kansai nel 2025 e le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026.

    In conclusione, vorrei esprimere un sincero augurio per il futuro della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia, e di tutte le imprese a essa associate.

    Giugno 2020
    Yuji Amamiya
    Console Generale del Giappone a Milano